LE INTERVISTE

LE INTERVISTE – Marco Emilio Boga, Una vita di fuggevoli attimi

Oggi intervistiamo Marco Emilio Boga, autore di Una vita di fuggevoli attimi, pubblicato da Amande Edizioni.

copertina

Allora Marco, bando alle ciance: scegli tre parole per farci capire chi sei. Tre eh, mi raccomando.

Mi chiamo Marco.

Se dovessi scegliere una parola per spiegare perché scrivi, quale sarebbe? E perché?

Per scavare a fondo e condividere.

Difficile, facile, migliore o peggiore di quanto ti aspettassi: com’è il mondo della letteratura? Lo consiglieresti a qualcuno?

Calcolando che non faccio parte della letteratura, non rischio di rovinare quel bellissimo mondo. Lo consiglierei a tutti. La cultura arricchisce l’animo e ci permette di analizzare noi stessi. Ogni giorno. Perdetevi nella letteratura per riaffiorarne persone migliori.

Raccontaci un evento legato ai tuoi libri che ti ha fatto stare particolarmente bene, e uno che ti ha fatto stare particolarmente male.

La cosa più bella è stato andare in una scuola media per parlare della poesia. Anche perché alla fine mi hanno chiesto l’autografo. Ero felicissimo, anche se un po’ in imbarazzo, non essendo uno scrittore. Mentre non ricordo eventi negativi. Risposte sgarbate, magari, ma che fanno solo sorridere.

Ora passiamo al tuo libro, Una vita di fuggevoli attimi. Perché proprio la poesia?

Perché la poesia è semplice e diretta. Scava a fondo dentro di noi. Di solito sono una persona prolissa, ma con la poesia riesco a scavare dentro me stesso e tirare fuori l’essenziale.

Ora chiudi gli occhi e pensa al tuo libro: qual è la prima immagine che ti viene in mente?

Bolle di sapone cariche d’emozioni. Non è un caso che la copertina del libro sia una bambina che gioca con le bolle dei propri ricordi. La vita è fatta di attimi intensi, a volte belli, a volte brutti. E tutti questi attimi sono fragili, come bolle di sapone.

Se dovessi paragonare il tuo libro a un piatto, quale sarebbe?

Non avevo mai pensato ad un piatto che possa descrivere il mio libro. Una millefoglie con crema al limone. Ognuno può scegliere il proprio strato. Chi preferisce il dolce, chi preferisce l’amaro.

Ok, ora buttiamoci sul 50 e 50. Rispondi sinceramente, d’impulso: destra o sinistra?

Destra

Progresso o tradizione?

Tradizione

Palestra o ristorante?

Ristorante. Non a caso ho scelto la millefoglie con crema al limone

Pancetta o guanciale?

Guanciale, ma solo perché ho pensato alla carbonara.

Cereali o biscotti?

Biscotti

Azzurro o rosso?

Azzurro

Vino rosso o bianco?

E me lo chiedi ?! Rosso tutta la vita

Prima l’uovo o la gallina?

Il gallo

Mozart o Salmo?

Mozart

Panettone o anguria?

Panettone. Uvetta come se piovesse

Dove possiamo trovare il libro? Dacci qualche link 

Potete andare sul sito di Amande Edizioni e scrivere a info@edizioniamande.it oppure potete trovarlo online su IBS oppure potete contattare direttamente l’autore. Se optate per l’ultima, avrete la copia autografata. Consigliaci il libro di un altro autore emergente.

Consigliaci il libro di un altro autore emergente.

Il cenotafio di Simon Petit. Conosco l’autore e lo considero un grande autore, nonché una bella persona.


Beh, che aspettate allora? Una vita di fuggevoli attimi è lì che vi aspetta! Marco Emilio Boga, Amande Edizioni.

Buona lettura!

Ivano

Standard
BookExpress

BOOKEXPRESS: la puntata pilota con Marco Emilio Boga

Ed ecco la puntata pilota di ieri vista dallo studio 🙂 Per il podcast, c’è ancora un poco da aspettare. E voi, siete autori e volete essere intervistati in radio? Volete dire la vostra da lettori ed essere letti in diretta? Scriveteci! 🙂

Standard
L'angolo delle recensioni

L’ANGOLO DELLE RECENSIONI – GENNAIO 2015

Ecco i tre libri che più mi hanno colpito nel mese di dicembre:

Luis Sepúlveda, Il vecchio che leggeva romanzi d’amore

https://41.media.tumblr.com/8723bcb333f0d1e11d2af8fd9390bda8/tumblr_mms76mafe41rmhchuo1_500.jpg

Se devo decidere tra lui e Marquez, Sepulveda tutta la vita. Magnifica resa dei personaggi, dell’ambiente “di confine”, del realismo. Con un tocco di fiabesco molto disilluso, ma diafano e leggero. Davvero bello. Consigliato a tutti.

8/10 PICCOLE PERLE


Elvio Ravasio, I Guerrieri d’Argento

https://ivanomingottiautore.files.wordpress.com/2015/01/1ce5e-cop_big.jpg

Premettiamo che è un libro scritto per bambini, certamente. La storia è piacevole, ma a volte viene trattata troppo velocemente. Nonostante tutto, anche i giovani adulti come me vogliono arrivare alla fine, per capire che fine fanno i personaggi, a cui ci si è affezionati. Leggerò altro di Elvio, avendo a casa l’intera saga, e vedrò se la crescita prosegue nei successivi lavori, stante la condizione di esordio letterario di quest’opera.

5/10 GIOVANILE


Marco Emilio Boga, Ad un passo tra la mente e il cuore

256

È la seconda raccolta poetica di Marco che leggo, e devo dire che i progressi si vedono parecchio. Poesia non triste, non pesante, ma non superficiale. Temi interessanti, a volte originali, spiazzanti. Una poetica ancora da raffinare, ma siamo sulla buona strada. Si riesce a vedere, ancora una volta, che c’è qualcosa di corposo sotto le parole. Prima o poi verrà fuori.

7/10 IN CRESCITA


Alle recensioni di febbraio, quindi 😀 E buona serata a tutti voi!

link videorecensioni

Standard
L'angolo delle recensioni

L’ANGOLO DELLE RECENSIONI – NOVEMBRE 2014

Inizia oggi, per questo blog, un appuntamento mensile: l’angolo delle recensioni vedrà recensiti, di volta in volta, i quattro libri che più mi hanno colpito durante il mese passato. A novembre ci dedicheremo quindi ai libri di Ottobre che più mi hanno colpito.

Eccoli qui:

Alessandro Pierfederici, Ascesa al Regno degli Immortali

https://i1.wp.com/lceedizioni.com/Images/Prodotti/42303122013PIERFEDERICI.jpg

Ecco, sarà per il tempo prolungato che mi ha preso, o per il periodo in cui l’ho letto, per quello in cui è stato ambientato, ma appena terminato il tomo ho provato un grande senso di nostalgia e di dispiacere. Anton è ben delineato, profondo e sincero; forse è un po’ irreale (ma non dà fastidio) l’incarnazione dello stesso prototipo in tutti i personaggi (buoni..e cattivi, come ci fosse una stereotipia dei dialoghi)..ma tutto è funzionale alla trama e all’epilogo. La narrazione è lenta, dettagliata, e ci si deve certamente fare l’abitudine, come in ogni stile ”personale” che si rispetti. Però sì, sinceramente, ora mi manca 🙂 Complimenti Alessandro!

Link per l’acquisto

– – –

Vittoria Sangiorgio, Il treno della Barranca e altri binari

http://alessandria.bookrepublic.it/api/books/9788868270872/cover

Vittoria ci accompagna per mano nei cinque luoghi descritti dal libro: Messico, Ecuador, Egitto, Turchia ed Uzbekistan, per un viaggio affascinante e sconosciuto, che svelerà, se saremo abbastanza curiosi, nuovi ambiti su cui informarsi e approfondire le proprie conoscenze. Bella letteratura di viaggio.

Link per l’acquisto

– – –

a cura di ArciBassa, Mafie all’ombra del Torrazzo

https://i0.wp.com/www.laprovinciacr.it/resizer/450/-1/true/UpkPfA5XLjgntVqO896fboc3vKYlgV/BeoxRPYKL2K4=--.jpg

Un libro che tutti dovremmo leggere almeno una volta nella vita. Un saggio profondo e stupefacente su come l’infiltrazione mafiosa sia ormai divenuta colonizzazione, ed abbia ormai invaso ogni ambito illegale che ci stia attorno, dai vu-cumprà alla corruzione politica. DA LEGGERE.

Link per l’acquisto

– – –

Marco Emilio Boga, Versi di Luce

https://i2.wp.com/www3.varesenews.it/immagini_articoli/201212/versidiluce.jpeg

Raccolta poetica che racchiude molti componimenti del Boga; devo dire che si sente, netta, la paura dell’autore a mostrare il suo pieno potenziale, il suo pieno sentimento, che condiziona poi anche il lettore. Si vedono sprazzi di enorme potenziale, ma anche qui la sensazione di timore nello svelarsi al lettore è tanta. Coraggio, Marco! 🙂

Link per l’acquisto

– – –

– – –

Videorecensione di Novembre

Standard