Momento Poesia

GIOCO, di Ivano Mingotti

Cancelli divelti,
lacrime di un ossimoro dileggiato,
lettori che volevano essere dittatori della parola
e si sono trovati in braghe di tela
davanti al non comprender la meraviglia

Occorrerebbe stupirsi, ogni tanto,
e annoiarsi profondamente,
prima di dover necessariamente ritrovarsi
come macchine parcheggiate
in una lunga fila verso il precipizio

Calcoliamo i giorni come fossero ingredienti,
e le notti come fossero stagioni festive,
e non ci rendiamo conto
che tutto questo gioco
presuppone noi come protagonisti,
noi che ci mascheriamo
noi che ce ne tiriamo fuori
per lanciarne solo i dadi.

©Ivano Mingotti

https://i0.wp.com/www.liberainformazione.org/wp-content/uploads/2012/04/giocoazzardo1004.jpg

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...