Momento Poesia

TEMPO, di IVANO MINGOTTI

Esco
nel cadere frenetico della pioggia
fuori da questa porta aperta
e me ne resto al mio tavolo
seduto
a fissarmi in ogni goccia che cade
spezzandosi contro il terreno

se l’anima è umida
come si può pretendere di asciugare il corpo?

Resto
qui, dove muovo i miei passi all’altrove
il camice intorno alla vita
e il taglierino già nelle mani
io profugo di questo momento
viandante di un futuro che è sempre arrivato
che è sempre già stato

Non c’è freddo né stanchezza
ma solo l’interminabile
scappare del tempo.

©Ivano Mingotti

https://ivanomingottiautore.files.wordpress.com/2015/01/155d3-pioggia-300x225.jpg?w=347&h=260

Annunci
Standard

2 thoughts on “TEMPO, di IVANO MINGOTTI

  1. ci sentiamo in tanti come gocce che cadono nel vuoto ma le gocce non muoiono si uniscono fino a formare fiumi laghi e dissetano quei campi inariditi dal sole io sono una goccia ciao buona serata

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...