Momento Poesia

STAGNO, di IVANO MINGOTTI

Tacciono
le fronde degli alberi al suono dei baci
che eran tuoi
che sono miei

E tremano
le rane lontane negli stagni
al suono delle carezze che ci scambiammo
che ci scambiamo

Cercano nell’acqua lo stesso cibo
di cui nutriamo ora le anime
che furon nostre
ed or son tue
ed or son mie

Vago è lo schiocco della montagna
che guarda noi
limpida come uno specchio
lontana all’orizzonte
gridandoci
baciatevi ancora
ma baciatevi per mano mia

In questo momento
stormi di pensieri
affollano le nostre labbra
che tanto rubasti da me
nel canto disperato ed eterno
che noi volemmo
e ora vogliamo
ancora.

©Ivano Mingotti

https://i1.wp.com/lecconews.lc/wp/wp-content/uploads/2013/02/albero-piegato-dal-vento.jpg

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...