Momento Poesia

FANALI , di Ivano Mingotti

Ho toccato il mio passato
sapeva di cose belle e perdute

Le ho lasciate scivolare
ruvide sulle dita
e taglienti come il vetro

Come i fanali rotti di un’automobile
che ha lasciato le polveri della sua morte sul marciapiede
li ho sentiti
sui polpastrelli

Ora giaccio sulla mia sedia
e penso
alla strada su cui mi son fermato
guardandomi intorno
mentre il cielo, grigio, mi schiacciava
il suo oracolo di pioggia
addosso.

https://farm6.staticflickr.com/5052/5495066617_a5f2f6b92f_t.jpg

©Ivano Mingotti

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...