Momento Poesia

CHIAMI, di Ivano Mingotti

Baciando il vento
vai
tra queste strade strette
nel rammentarti i giorni
al tavolo
stretti nelle nostre sedie
in un bicchiere d’aranciata
o tra un grissino
e il pane caldo

Scivoli come il riso caldo
che trama, tra lingua e bocca
il suo respiro
come goccia che cade nell’oceano
credendo di trovare un ventre tiepido
in cui venire digerita

Chiami il mare, a volte
seduta sul tuo lato del nostro letto
fissando una parete
come trovassi il tuo riflesso lì
tra lo sporger fastidioso di un quadro nostro
e il mondo, enorme, che guarda te
dalla finestra
spiando i tuoi vestiti

Credimi
se fossi tanto uomo quanto dovrei
ti avvolgerei di un unico sospiro
pregandoti tutte le notti
donna
del rosso imporporato
di ogni mio tempo immemore
e ormai sacrificato

Chiami
come la terra chiama le sue foglie
e grida al tempo degli amori
per ogni spoglia
di petalo infiammato,
di morte in fiore.

©Ivano Mingotti

Annunci
Standard

6 thoughts on “CHIAMI, di Ivano Mingotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...