Momento Poesia

STRAZIO, di Ivano Mingotti

Avere il gergo dell’inquietudine addosso
dipinto
come una maschera perpetua
ad una carne che non si riconosce

Non si vede
oltre le dita
altro che il pensiero illogico e fuorviante
di chi, tra dente e dente
sospira assente
Vieni
e vieni e vieni ancora

E cento volte venni come spirito
a strappar via le mura dal municipio
e lasciarlo scarnificato di intenzioni
e intenti
poco umani
e poco utili

Cretino, cento volte cretino
in ogni parola mia che leggo e vedo
e sento, come una bandiera maligna
sul mio petto
a dissennarmi il cuore.

©Ivano Mingotti

https://i0.wp.com/www.csi-multimedia.it/IT/images/stories/fotoarticoli/maschera.png

Annunci
Standard

11 thoughts on “STRAZIO, di Ivano Mingotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...